Strumenti musicali

Corsi di Musica

Il programma di studio, pianificato dopo un incontro con l’allievo, si articola in lezioni individuali e personalizzate di strumento della durata di 30,45 o 60 minuti. La scelta di uno dei tre tempi previsti, sarà stabilita dall’insegnante (o dalla segreteria didattica) in comune accordo con l’allievo tenendo presente l’età e le esigenze di quest’ultimo.

Arpa

A seconda delle inclinazioni è possibile studiare l’arpa celtica, consigliata agli amanti della musica popolare e ai principianti, o l’arpa classica.

Durante le lezioni di 45 minuti ciascuna, si costruirà un percorso didattico in cui si approfondirà l’aspetto tecnico e si lavorerà alla costruzione di un repertorio; inoltre, l’allievo entrerà a far parte dell’orchestra fino al conseguimento del diploma.

Basso

I corsi di basso si dividono in tecnica, armonia, lettura, repertorio, improvvisazione e composizione.

La parte tecnica prevede impostazione fisica sullo strumento, velocità, coordinazione, scale e altro ancora; l’armonia include intervalli, scale maggiori e relative minori, scale pentatoniche maggiori e minori, scala blues, arpeggi, esecuzioni di partiture di brani in vari stili.
La lettura prevede lettura ritmica, melodica e armonica con sigle, analisi e lettura di partiture di brani in vari stili e con progressivo grado di difficoltà, lettura ritmica e melodica con tempi dispari e dimezzati.
Il repertorio include funzione ed utilizzo del basso all’interno di generi musicali diversi, con approfondimento di taluni sia dal punto di vista tecnico che teorico. L’improvvisazione comprende modulazione e improvvisazione su varie strutture armoniche e analisi ritmico melodico armonica di trascrizioni dei più noti bassisti internazionali; la composizione mira allo sviluppo di tutti gli elementi precedentemente applicati alla creazione di nuove composizioni musicali.

Batteria

Corso Base: si propone di fornire tutti gli insegnamenti riguardanti l’impostazione di elementi tecnici e di lettura per accedere al corso ordinario: le tecniche riguardanti l’impugnatura, le varie tecniche per la corretta posizione dei piedi sui pedali, i quattro colpi fondamentali che governano il fraseggio moderno della batteria.
Corso Ordinario: in questo corso viene affrontato lo studio dei rudimenti tradizionali e la loro applicazione sul drum set, la tecnica e studio degli stili musicali, l’analisi e l’applicazione di diversi stili musicali sulla batteria. Con la lettura l’allievo avrà l’opportunità di imparare la teoria musicale, la lettura e i fondamentali che gli occorrono per suonare con gli altri colleghi su brani di musica d’insieme il prima possibile. Con la tecnica jazzistica l’allievo affronterà studi avanzati d’indipendenza per la costruzione del fraseggio jazzistico.

Chitarra

I corsi di chitarra si dividono in tecnica, armonia, lettura, repertorio, improvvisazione e composizione. La tecnica include indipendenza e coordinazioni di mani e dita, conoscenza geometrica dello strumento, studio delle scale e altro; l’armonia comprende lo studio dei concetti armonici, l’approfondimento del rapporto accordo scala, lo studio di strutture armoniche standard; la lettura include lo studio della nomenclatura italiana e anglosassone, della lettura ritmica, della lettura armonica verticale, della lettura melodica e le strutture formali.
Il repertorio studia la funzione e utilizzo della chitarra all’interno di generi musicali diversi; l’improvvisazione comprende concetti di modulazione e improvvisazione su varie strutture armoniche ed esercizi di “ear training” atti a sviluppare la capacità di percezione dei suoni;la composizione è l’arte del comporre dove l’allievo attua lo sviluppo di tutti gli elementi precedentemente applicati alla creazione di nuove composizioni musicali.

Clarinetto

Il corso è caratterizzato da lezioni individuali con un iter formativo che spazia dall’avviamento allo strumento all’approfondimento, fino alla preparazione a concorsi ed esami di conservatorio o del London College of Music. Esistono tuttavia degli obiettivi specifici come imparare la tecnica di respirazione diaframmatico-toracica, adottare una adeguata posizione dello strumento, acquisire consapevolezza dell’intonazione del proprio strumento e infine ottimizzare gradualmente la propria pratica e metodo di studio. L’allievo entra a far parte dell’organico dell’orchestra fin dal primo anno e prosegue fino al conseguimento del diploma.

Contrabbasso

Il corso ha l’obiettivo di fornire all'allievo un'adeguata preparazione teorico-pratica dello strumento.
Il corso base, per principianti, affronta tutte le tematiche legate alla conoscenza specifica del contrabbasso e allo sviluppo di una buona tecnica di base, con impostazione sia della mano sinistra che della mano destra sullo strumento; particolare attenzione viene posta sulla qualità del suono, l’intonazione ed il senso ritmico. Gli allievi di livello superiore affrontano lo studio della seconda parte della tastiera e hanno la possibilità di approfondire gli elementi caratteristici di diversi stili musicali.L’allievo entra a far parte dell’organico dell’orchestra fin dal primo anno e prosegue fino al conseguimento del diploma.

Fisarmonica

Il corso di fisarmonica include tecnica, con concetti riguardanti l’aspetto tecnico pratico dello strumento, esercizi di indipendenza e coordinazione di mani e dita, studio di tutte le scale; lettura, con la quale si studia la nomenclatura italiana e anglosassone, la lettura ritmica, la lettura armonica verticale, la lettura melodica; armonia, in cui si mettono in pratica le nozioni acquisite nei corsi teorici suonando accordi di quinta, sesta, settima, nona, undicesima, tredicesima, maggiori, minori, aumentati, diminuiti, ecc.; repertorio, con lo studio della funzione e utilizzo della fisarmonica all’interno dei generi musicali diversi; improvvisazione, con lo studio dell’improvvisazione fino a raggiungere un livello medio di difficoltà; composizione, in cui l’allievo mette a confronto la propria creatività con tutte le nozioni pratico-teoriche assimilate nei vari corsi.

Flauto traverso

Corso Propedeutico: include tecnica, con posizione del corpo e impugnatura dello strumento, esercizi per una consapevole respirazione diaframmatica, imboccatura, emissione e articolazione dei suoni, e lo studio delle scale.
Corso Base: include tecnica, con legato, staccato, salti, ottave, estensione fino al RE della III ottava, primi esercizi di sonorità sui suoni tenuti legati, studio delle scale e di alcuni pezzi.
Corso Intermedio: include tecnica, con lo studio della dinamica, staccato semplice più veloce, studio della scala cromatica, salti, studio delle scale e di alcuni pezzi, approccio alla letteratura e alla pronuncia jazzistica.
Corso Avanzato: include tecnica, con la dinamica, inizio studio del vibrato e del doppio colpo di lingua, estensione fino al DO acuto, scale e arpeggi, alcuni pezzi, approccio alla letteratura jazzistica.

Piano e tastiere

Il corso di pianoforte e tastiere include tecnica, con concetti riguardanti l’aspetto tecnico pratico dello strumento, esercizi di indipendenza e coordinazione di mani e dita, studio di tutte le scale; lettura, con lo studio della nomenclatura italiana e anglosassone, la lettura ritmica, la lettura armonica verticale, la lettura melodica, la lettura polifonica; armonia, con lo studio di accordi di quinta, sesta, settima, nona, undicesima, tredicesima, maggiori, minori, aumentati, diminuiti, ecc., in posizioni strette e late, l’armonizzazione delle scale e della melodia; repertorio, con la funzione e utilizzo del pianoforte all’interno dei generi musicali diversi, esecuzioni di studi e di singoli pattern musicali, cenni storici in relazione agli elementi musicali utilizzati; improvvisazione, con lo studio dell’improvvisazione fino a raggiungere un livello medio di difficoltà, con particolare attenzione sulle varie pronunce necessarie nell’improvvisazione, composizione, dove l’allievo mette a confronto la propria creatività con tutte le nozioni pratico-teoriche assimilate nei vari corsi.

Sax

I corsi di sax si suddividono in corso base, corso intermedio e corso avanzato.
Corso base: respirazione diaframmatica con esercizi adeguati, vibrazione con le labbra (buzzing); posizione ideale dell’imboccatura; tecniche dello staccato e del legato con esercizi appropriati, gli intervalli e la flessibilità sui suoni armonici nelle sette posizioni.
Corso intermedio: esercizi più articolati per perfezionare le tecniche di base apprese nel primo corso; studio delle scale maggiori e minori; studio delle varie tecniche di articolazione.
Nel corso avanzato ad indirizzo classico gli allievi affronteranno il repertorio solistico ed orchestrale classico attraverso lo studio dei maggiori concerti e dei passi orchestrali per tromba; nel corso avanzato ad indirizzo jazz si continuerà lo studio dell’improvvisazione con il supporto delle basi Aebersold, curando l’uso corretto della pronuncia nel jazz e negli altri generi musicali moderni anche con l’ascolto dei maggiori trombettisti di riferimento.

Tromba

Il corso base include impostazione (posizione del corpo, come si tiene lo strumento, imboccatura della tromba), respirazione e attacco, prime nozioni di musica, apprendimento delle sette posizioni della tromba, produzione del suono, esercizi a squillo.
Il corso intermedio include sviluppo dello studio dell’imboccatura, tecnica dello staccato e del legato, studio su tutte le scale maggiori e minori, esercizi di lettura classica a quella jazz, primo approccio all’improvvisazione jazz, esercizio per la flessibilità del labbro, tecnica dell’approfondimento delle scale maggiori (con i relativi modi) e minori, e armonizzazione a quadriadi di alcune scale maggiore ( C, G, F e Bb), lettura  e improvvisazione.
Il corso avanzato include tecnica dell’ approfondimento generale su tutte le scale, lettura di tecnica, lettura di assoli, lettura swing di livello medio, improvvisazioni e discorso approfondito su tutta la tecnica studiata.

Ukulele

Un piccolo strumento appartenente alla famiglia delle chitarre e compare per la prima volta nelle Hawaii attorno al 1870; le sue piccole dimensioni lo rendono facile da trasportare e offre agli esecutori di ogni età la chance di padroneggiarlo. Ce ne sono di diverse dimensioni e corrispondono a diversi timbri: l’ukulele soprano, mezzo-soprano, tenore e baritono.

Viola

Il corso introduce alla tecnica e al repertorio dello strumento indispensabile ad affrontare qualsiasi stile della musica classica e poi, con sistemi collaudati, e con l’aggiunta di materie complementari quali la teoria e l’armonia, l’improvvisazione, la musica d’insieme.
La didattica segue il programma ministeriale attivato nei Conservatori, con una particolare attenzione all’interazione fra i due settori Classico e Moderno. L’allievo entra nell’organico dell’orchestra fin dal primo anno e si prosegue fino al conseguimento del diploma.

Violino

Il corso di formazione di base di violino è strutturato in linea generale su un arco di 8 anni complessivi, suddivisi su 3 livelli; comunque, ogni singolo livello può essere svolto anche in un solo anno di studio e inoltre è consentita la ripetizione di ciascun livello.
Nei primi anni di studio il programma previsto è il seguente: studio di scale e arpeggi fino alla terza posizione con colpi di arco diversi; esecuzione di studi fino alla terza posizione compresa con cambi di posizione; studio delle corde doppie; studio di composizioni tratte dal repertorio classico per violino e accompagnamento al pianoforte; lettura a prima vista e conoscenza delle basi teoriche.

Violoncello

Il corso include la conoscenza dello strumento attraverso l’ascolto di brani significativi e contatto fisico con lo stesso, posizione corretta del corpo, uso della mano sinistra nella prima posizione di base, pizzicato, presa e controllo dell’arco, cura dell’intonazione, sviluppo della musicalità: particolare cura verrà data alla rilassatezza e coordinazione dei movimenti.
Per informazioni specifiche su ognuno di questi strumenti contattaci via mail all'indirizzo info@musicaemusica.net 
Share by: